Back
Praticamente innocuo (Paperback, Italian language, 2007, Mondadori) 4 stars

Ormai la Terra è stata demolita dai Vogons per fare posto a una nuova circonvallazione …

Review of 'Praticamente innocuo' on 'Goodreads'

5 stars

Puoi trovare questa recensione anche sul mio blog, La siepe di more

Si può definire malinconico e nostalgico un romanzo che ti ha fatto ridere a crepapelle? Non saprei, ma Praticamente innocuo mi ha dato proprio questa impressione, un po’ per le avventure dei protagonisti e un po’ perché questo è l’ultimo libro della serie scritto interamente da Douglas, visto che, a causa della prematura morte dell’autore, del sesto si è occupato Eoin Colfer.

Certo, Ford Prefect ci garantisce ancora grasse risate: la scena di lui che si introduce nella redazione della Guida e modifica un robot affinché sia sempre felice è superba. Tuttavia, anche Prefect non può fare a meno di rivangare i vecchi tempi felici nei quali nella redazione di davano allegri calci a una palla nei corridoi e si indossavano tenute da spiaggia sconvenientemente colorate.

Abbiamo anche a che fare con Tricia, una Trillian in una dimensione dove ha perso l’occasione di partire con Zaphod e adesso di strugge per qualcosa che nemmeno lei sa bene cosa sia. Pure Arthur Dent non se la passa benissimo, intristito dalla perdita del pianeta sul quale era nato e da quella della sua amata.

Il finale mi ha lasciato una gran voglia di leggere anche E un’altra cosa... perché, dai, non può finire in maniera così malinconica dopo tutte le avventure passate...